Nuova sfida per Johnny Depp. Dopo il successo planetario riscosso dal suo pirata guascone Jack Sparrow della saga Pirati dei Caraibi e dopo il barbiere killer di Sweeney Todd (in uscita da noi a febbraio) di Tim Burton, l’attore americano darà il volto a un celebre rapinatore di banche di inizio ‘900, John Dillinger (1903-1934), per un film, dal titolo provvisorio di Public Enemies, diretto dal regista maestro di atmosfere dark Michael Mann. Dillinger operò nel periodo della Grande Depressione e venne additato dall’FBI dell’epoca come il “pericolo pubblico n° 1”, da cui quello che dovrebbe essere il titolo del film. Il ladro fu considerato anche dall’opinione pubblica di allora una sorta di novello Robin Hood per l’abitudine che prese al termine delle sue rapine di bruciare i registri delle banche su cui erano annotati i debiti e le ipoteche dei clienti. L’apologo arrivò per lui all’uscita di un cinema, dove venne freddato con 5 colpi da agenti dell’FBI mentre, con la fidanzata, attendeva di vedere il film poliziesco Manhattan Melodrama. La pellicola sarà tratta dal libro di Brian Burrough Public Enemies: America’s Greatest Crime Wave and the Birth of the FBI, 1933-34. Mann curerà anche la sceneggiatura del film, la cui uscita è prevista per il 2009.

© RIPRODUZIONE RISERVATA