Joker

L’attore Josh Pais, che nel film interpreta il boss di Arthur Fleck, ha rivelato al THR che il protagonista Joaquin Phoenix aveva imposto al regista Todd Phillips una curiosa regola da rispettare durante i casting di Joker. Che dopotutto pare sacrosanta, considerando che il clima respirato sul set finisce necessariamente con l’influenzare l’intera produzione.

Stando alle parole di Pais, il collega si era rigorosamente assicurato che del cast non facessero parte persone, come dire, poco gradevoli con cui lavorare. O per usare, senza mezze misure, le parole di Phoenix:

«Non mi importa chi sceglierai per il film, a patto che ti assicuri che siano buoni attori e soprattutto che non siano degli str**zi.»

Pais prosegue raccontando che Phillips aveva preso sul serio la cosa a tal punto da avergli chiesto in maniera piuttosto diretta, durante l’audizione, se lui facesse parte o meno della categoria sopracitata e poco gradita dal collega:

«Ho avuto un incontro con Todd. Mi disse: “Senti, ho adorato il tuo provino. Ma voglio solo assicurarmi che tu non sia uno str**zo, perché sul set basta anche solo una persona per rovinare l’atmosfera e quindi tutte le riprese del film. […] Quindi immagino di aver superato il test.»

E va detto che la “regola Phoenix” sembra aver funzionato egregiamente, considerando che il film sta diventando uno tra i maggiori incassi di casa Warner Bros. del 2019, pur essendo una produzione relativamente a basso budget, per un cinecomic DC. E la sua scalata prosegue.


Nel cast di Joker, al fianco del protagonista Joaquin Phoenix, abbiamo visto anche Robert De Niro (Murray Franklin), Zazie Beetz (Sophie Dumond), Frances Conroy (Penny Fleck), Brett Cullen (Thomas Wayne), Glenn Fleshler (Randall), Bill Camp (ispettore Garrity), Shea Whigham (ispettore Burke), Marc Maron (Gene Ufland), Douglas Hodge (Alfred Pennyworth), Leigh Gill (Gary), Brian Tyree Henry (Carl) e Dante Pereira-Olson (Bruce Wayne).

© RIPRODUZIONE RISERVATA