Le ultime notizie in merito ad un adattamento del Ciclo della Fondazione di Isaac Asimov risalgono al 2010, quando il regista Roland Emmerich (Independence Day, 2012) e lo sceneggiatore Robert Rodat (Salvate il Soldato Ryan) erano legati al progetto cinematografico, poi naufragata miseramente per divergenze creative. E bene, oggi, arriva una gradita notizia per tutti gli amanti di Asimov, dato che ad adattare e produrre questa pietra miliare della letteratura fantascientifica altri non sarà che Jonathan Nolan, fratello di Christopher, nonché co-sceneggiatore di Interstellar (leggi la nostra recensione) e Memento. Particolare interessante della notizia è che il Ciclo della Fondazione, voluto da sempre e da tutti sul grande schermo, arriverà invece in televisione, e questo grazie agli sforzi produttivi della Warner Bros. TV e della HBO, canale, quest’ultimo, dove sarà poi trasmessa la serie. Già in collaborazione con la HBO per la serie Westworld, Nolan ha iniziato a lavorare al progetto negli ultimi mesi, con molta tranquillità.

Recentemente, intervistato da Indiewire, alla domanda su quale fosse il romanzo fantascientifico da lui più amato e dalla gente poco conosciuto, Nolan ha risposto: «Beh, amo davvero da impazzire i romanzi della Fondazione di Isaac Asimov. Non sono certamente sconosciuti, ma credo che siano quel genere di libri la cui lettura beneficerebbe molto alla gente. Sono dei romanzi che hanno un’influenza di massa davvero enorme. Sono in molti a cercare di copiarli e molti altri ne sono stati invece ispirati, ma leggere quei libri e le idee in essi contenute ti lascia la testa in fiamme!».

La Fondazione segue le gesta del Dottor Hari Seldon, che da tutta una vita si dedica allo sviluppo della Psicostoria, un concetto che usa le leggi delle azioni di massa per prevedere matematicamente il futuro su larga scala. Quando Seldon prevede la caduta dell’Impero Galattico e conseguentemente un periodo buio della durata di 30 mila anni, impiega tutto se stesso alla creazione di una Fondazione comprendente talenti artigiani e ingegneri per preservare ed espandere la conoscenza umana collettiva con la speranza di creare un nuovo Impero Galattico.

Fonte: The Wrap

© RIPRODUZIONE RISERVATA