Ricordate Juliette Binoche nel remake di Godzilla di Gareth Edwards? Certamente sì, anche se il suo personaggio veniva fatto morire dopo pochi minuti dall’inizio del film.
Ecco, questa piccola parte ha fatto commuovere ed emozionare Quantin Tarantino, esattamente nella scena della sua morte. Strano ma vero, nonostante gli innumerevoli ruoli ricoperti dalla Binoche nel corso del tempo, sembra proprio questa “comparsata” ad aver riempito gli occhi di lacrime al regista di Pulp Fiction e Le Iene.

Infatti, l’attrice francese, intervistata da Indiewire, ha rivelato: «Tarantino mi ha confessato che quella è stata l’unica volta che ha pianto durante la visione di un blockbuster in 3D. Si è dovuto togliere gli occhiali per asciugarsi le lacrime. L’ho preso come un complimento». Inoltre, rispondendo in merito al quesito se si fosse divertita o meno a girare Godzilla, la Binoche ha risposto: «[Ridendo] Non so quanto ci si possa divertire se devi morire in due secondi, e sei l’unico, vero personaggio femminile fatto fuori nell’arco di tre minuti e quarantacinque secondi».

E a voi, ha emozionato come a Tarantino?

Fonte: Indiewire

© RIPRODUZIONE RISERVATA