Uno dei dettagli più discussi e parodiati di Justice League – ovviamente dopo i ridicoli non-baffi di Henry Cavill – è stato il villain Steppenwolf, il cui aspetto non ha assolutamente convinto né il pubblico né la critica, in particolar modo per via di una CGI considerata scadente per una produzione di tale portata.

Tuttavia, come ormai sappiamo da tempo, lo spietato demone aveva in origine un aspetto completamente diverso da quello visto nelle sale, molto più intrigante, spaventoso e dal sapore quasi sci-fi; il look che sfoggerà anche nell’attesa Snyder Cut e che, in passato, abbiamo avuto la possibilità di ammirare nel dettaglio grazie alle diverse concept art apparse sul web. Potete recuperarle direttamente a QUESTO LINK.

Detto ciò, di recente Zack Snyder ha rivelato su Vero (via ScreenRant) che le modifiche in questione erano state richieste dalla Warner Bros. per un dettaglio che forse potrebbe far sorridere i fan: il villain era troppo spaventoso per apparire nel film. Curioso, perché in verità è proprio quello il motivo per cui il pubblico ha preferito i concept originali e per cui non vede l’ora di ammirarlo nella Snyder Cut:

«Ci sono state parecchie discussioni sulla creazione di questo nuovo design. Penso che il pensiero iniziale fosse che fosse che era un po’ troppo spaventoso, un po’ troppo alieno e un po’ troppo intenso. Personalmente ho pensato che fosse fantastico e che rappresentasse – e ora rappresenta – una vera minaccia non solo per la Justice League, ma per l’intero pianeta. Penso che sia fantastico e che la squadra abbia fatto un ottimo lavoro.»

© RIPRODUZIONE RISERVATA