Ex grande promessa del cinema francese (chi non ricorda lo straordinario L’odio del 1995?) poi incappata in una serie di flop (l’ultimo il tremendo Gothika, nel 2003), Mathieu Kassovitz ci riprova, e annuncia un progetto che lo vedrà impegnato contemporaneamente come attore e regista. Secondo l’Hollywood Reporter, il nuovo film dovrebbe chiamarsi Rebellion e segnerebbe per l’autore un ritorno “in casa”, con un budget più europeo (23,5 milioni di dollari) e un cast tutto d’Oltralpe. La storia segue la reale vicenda di un gruppo di indipendentisti dell’isola di Ouvea (Nuova Caledonia) che nel 1988 rapì 27 ostaggi per chiedere l’indipendenza dal governo francese. Dopo due settimane di prigionia, i 75 uomini delle forze armate impegnati in quella che fu chiamata “Operation Victor” liberarono con successo gli ostaggi. Le riprese del film cominceranno entro la fine dell’anno.

Ma.Ca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA