Oscar 2021 miglior attrice

Il successo planetario che ha investito Kate Winslet nel 1997 dopo l’uscita di Titanic di James Cameron ha cambiato radicalmente la sua vita, regalandole una fama che non accenna a spegnersi. Il rovescio della medaglia di un salto così improvviso, però, è che i media possono coltivare per la nuova star un’attenzione addirittura morbosa. È quello che ha raccontato proprio Winslet in un’intervista per il podcast WTF di Marc Maron, rivelando di essersi sentita vittima di bullismo da parte della stampa e della tv britanniche.

In particolare, afferma l’attrice, sono stati i commenti sul suo corpo a ferirla, tanto da influenzare negativamente tutto il periodo successivo. Dopo l’uscita di Titanic, dice Kate Winslet, «sono entrata subito in modalità autoprotettiva. Da un momento all’altro, tutto è cambiato dal giorno alla notte. Sono stato sottoposta a un vero e proprio scrutinio fisico, sono stata molto criticata dalla stampa britannica, che si è comportata in maniera scortese con me. Onestamente, mi sono sentito vittima di bullismo. Ricordo di aver pensato, “questo è orribile, spero che passi”. Ed è passato definitivamente, ma mi ha fatto capire che, se essere famoso significava quello, non ero assolutamente pronta».

I media britannici, dunque, nel ricordo di Winslet avrebbero giudicato in maniera del tutto inappropriata il suo fisico, in particolare nelle sequenze di intimità insieme a Leonardo DiCaprio. L’attrice interpretava la nobile Rose, lui lo squattrinato Jack, uniti da una storia d’amore fulminante sul transatlantico destinato ad affondare.

Per il ruolo di Rose, Winslet è stata nominata al Premio Oscar come la migliore attrice: non l’ha vinto (battuta da Helen Hunt per Qualcosa è cambiato), ma il film si è aggiudicato invece 11 statuette, raggiungendo il record di Ben Hur. Fino al 2009, inoltre, Titanic è stato il maggior incasso al botteghino di tutti i tempi, battuto solo da Avatar, sempre di James Cameron. Winslet è parte del cast di Avatar 2 e, nei mesi scorsi, ha raccontato di aver stabilito un incredibile record sul set: ha trattenuto il fiato in acqua per più di 7 minuti. Il suo rapporto col corpo, rispetto a quando era una ragazza di appena vent’anni segnata dalle critiche vergognose dei media, è definitivamente cambiato.

Fonte: WTF Podcast

Foto: C.Flanigan/Getty Images

© RIPRODUZIONE RISERVATA