Basta Shakespeare, Kenneth Branagh si dà ai fumetti: l’attore britannico, 47 anni, è in pole position per dirigere Thor la nuova pellicola targata Marvel che porterà sul grande schermo le gesta dell’eroe creato nel 1962 dal superteam formato da Stan Lee e Jack Kirby. Ovvero, lo studente di medicina Donald Blake, dietro cui si nasconde nientemeno che il dio norvegese Thor, mandato sulla Terra da suo padre Odino nelle vesti di un ragazzo disabile per intraprendere un percorso di crescita che lo liberi dalla sua arroganza. Prima di Branagh, la Marvel aveva già contattato “mister Iron Man” Jon Favreau, il batmaniano Christopher Nolan e Gavin Hood, attualmente impegnato nella post-produzione di X-Men Origins: Wolverine, per un progetto che dovrebbe arrivare nelle sale nel 2010 con una sceneggiatura firmata da Mark Protosevich, reduce dal successo di Io sono leggenda .

Da.Mo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA