I film Marvel dedicati alle origini di un supereroe hanno una struttura se vogliamo ben rodata: c’è infatti sempre la crescita del protagonista con la presa di coscienza dei propri poteri e poi il combattimento con il villain, che solitamente possiede le stesse abilità o poteri simili a quelli dell’eroe. Pensiamo ad Iron Man vs Iron Monger, a Captain America contro Teschio Rosso o ad Ant-Man nel mini epico scontro con Calabrone. Casualità? A quanto pare no, dato che come conferma oggi Kevin Feige si sarebbe trattato di una vera e propria “strategia”.

Il presidente dei Marvel Studios ha infatti dichiarato: «Chiaramente arriveremo a non avere villain “doppioni”… Si desidera avere dei personaggi che convivano nello stesso mondo quando si introduce un nuovo mondo, una nuova mitologia insomma, in mancanza di un termine migliore. Si desidera poi esplorarla il più possibile». Feige ha poi continuato prendendo come esempio Doctor Strange (Benedict Cumberbatch) e Kaecilius (Mads Mikkelsen): «Quando cerchi di insegnare al pubblico qualcosa sugli stregoni e parli di una determinata realtà spiegando cose già successe comunque nella loro storia, allora è molto meglio legare il villain a questo piuttosto che gettare le basi di magie e dimensioni parallele e dire, tra l’altro, una meteora è caduta dall’altra parte del mondo, si è inabissata nell’oceano e si è sviluppata una cosa malvagia. Che ha a che vedere questo con la magia? Niente… non è questo il modo in cui abbiamo sviluppato i cattivi finora».

Parlando però del futuro, con i personaggi ormai definiti, il presidente dice che il piano sarà quello di rompere di più gli schemi: «Inutile dire che quanti più personaggi si incontrano in film diversi allora tante più minacce sconosciute dovranno affrontare in futuro anche in solitaria». Quindi, ad esempio, se ci sarà un altro film stand-alone di Iron Man, probabilmente la minaccia da affrontare potrebbe essere proprio un villain che usa la magia, o Captain America contro un nemico resistente alla sua forza.

Fonte: CBM 

© RIPRODUZIONE RISERVATA