Succede molto spesso di venire a scoprire, nel corso degli anni, storie e notizie davvero interessanti. Stanley Kubrick non è stato di certo un regista molto profilico, ma se avesse avuto un po’ più di tempo avrebbe di certo lavorato sul sequel de Il dottor Stranamore – Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba. Alcuni documenti portati alla luce dopo la morte dello scrittore Terry Southern nel 1995, hanno rivelato che il regista gli aveva chiesto di scrivere la sceneggiatura per un sequel del film, dal titolo provvisorio Son of Strangelove. Inoltre, Kubrick avrebbe voluto Terry Gilliam per dirigere la pellicola, e oggi è lo stesso regista ad aver confermato che la storia non è solo una favola di Hollywood. Durante il Sitges Film Festival in Catalogna Gilliam ha affermato: «Dopo la morte di Kubrick mi è stato detto che era interessato a realizzare un sequel de Il dottor Stranamore con me come regista. Non l’ho saputo fino dopo la sua morte, ma è un progetto che mi sarebbe piaciuto moltissimo realizzare». La sceneggiatura non fu mai completata, ma alcuni documenti ritrovati riportano la storia ambientata in gran parte in bunker sotterranei dove Stranamore si è rifugiato con un gruppo di (almeno per lo più, forse del tutto) donne.

Fonte: The Verge

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA