Ha atteso la terza età Woody Allen per abbandonare la sua Manhattan, ma ora pare proprio averci preso gusto. Dopo Londra, Barcellona e Parigi, non poteva mancare Roma a ospitare il suo Bop Decameron, le cui riprese (blindatissime) si sono svolte durante l’estate. Liberamente ispirato all’opera di Boccaccio, al centro della vicenda troviamo quattro storie: due con personaggi americani e due con personaggi italiani, tutte ambientate a Roma, e con un cast internazionale che comprende Penélope Cruz, Alec Baldwin, Jesse Eisenberg («lavorare con Allen è un grandissimo onore soprattutto per un giovane come me») ed Ellen Page. Come da usanza, Allen è bravissimo a non far trapelare dettagli sulla trama, ma è certo che si sia cucito anche un piccolo ruolo per sé, nei panni di un uomo che approda in Italia perchè la figlia sta per convolare a nozze. Con l’arrivo di Woody a Roma, la capitale ha potuto respirare di nuovo le atmosfere che per un ventennio, dal dopoguerra, l’avevano eletta come “la città del cinema” per eccellenza. La magia si è così riaccesa e le grandi star sono tornate a recitare nei luoghi più suggestivi della capitale (dalla Fontana di Trevi al Colosseo, da Via Veneto a Trastevere dove Allen è stato anche immortalato esausto, in un pisolino non programmato) con videomaker amatoriali al posto dei paparazzi felliniani che, tra i 15 camion della produzione, affollavano e “riprendevano le riprese” per rubare un sorriso o un autografo. Magari nella speranza di essere scritturati per caso…
(Foto: Getty Images)

L’articolo completo è pubblicato su Best Movie di ottobre

Guarda la photogallery dal set

© RIPRODUZIONE RISERVATA