Dopo poco più di dieci anni Revolutionary Road restituisce al numeroso popolo di fan del kolossal Titanic la celebre coppia Leonardo DiCaprio/Kate Winslet, che trovarono in quel blockbuster un eccezionale trampolino per le loro carriere. L’intraprendente artista di terza classe, che sulla prua di quella nave si sentiva il “re del mondo”, e la focosa Rose, costretta nel soffocante ruolo di composta rampolla upper class, tornano questa volta con una storia che narra l’infrangersi di un sogno: quello “americano” di felicità e successo a portata di tutti. Il film, diretto da Sam Mendes (marito della Winslet) e tratto dall’omonimo romanzo di Richard Yates, racconta di Frank e April Wheeler, marito e moglie della middle class americana anni ’50. L’esistenza brillante che i due immaginano si rivelerà molto diversa dalle loro aspettative. Lui è soffocato da un lavoro noioso e lei rimpiange la propria carriera d’attrice. La frustrazione generata dalla situaziione sfocerà in un drammatico epilogo. Una storia che si preannuncia struggente e che non mancherà di toccare le corde più profonde di tutti gli spettatori ansiosi di ritrovare la magica alchimia di Leo e Kate ancora intatta dieci anni dopo.

IL LIBRO
«Se nella letteratura americana moderna ci vuole qualcos’altro per fare un capolavoro, non saprei dire cosa»: questo il giudizio di Tennessee Williams su Revolutionary Road, romanzo di Richard Yates del ’61 pubblicato in Italia da Minimum Fax.

© RIPRODUZIONE RISERVATA