Dopo l’approdo al Lido ieri insieme a Elisabetta Canalis, che ha mandato in visibilio i curiosi, il divo George Clooney, affezionatissimo alla Mostra di Venezia, conquista anche la stampa. La divertente commedia The Men Who Stare at Goats raccoglie applausi alla proiezione per i giornalisti presenti al festival. Pienissima anche la conferenza stampa del film diretto da Grant Heslov (già sceneggiatore di Good Night, and Good Luck), nella quale Clooney, con la mano fasciata «per averla sbattuta contro una porta», ha scherzato e raccontato aneddoti dal set. «Recito per divertirmi. Non nascondo che mi sono ispirato al lavoro svolto in precedenza con i fratelli Coen. Non considero però questo un film sulla guerra o sulla libertà di stampa: è semplicemente una commedia tratta dal romanzo di Jon Ronson. Abbiamo solo raccontato le bizzarre vite di un gruppo di uomini durante la guerra, uomini che credono nelle loro idee e nella capacità di oltrepassare i muri che incontrano». Durante la conferenza stampa non sono mancati momenti di “spettacolo”, come quando un inviato de Le Iene ha provocato la star americana rimanendo in boxer e dicendo: «Choose me. I love you». Ironica la risposta dell’attore: «Comunque hai fatto bene a provarci». Presentato fuori concorso, il film è interpretato anche da Kevin Spacey, Jeff Bridges e Ewan McGregor che in conferenza stampa ha dichiarato: «Questo non è un film sulla guarra in Iraq, ma è un film su questo corpo speciale dell’esercito americano; non c’è molto in comune con la guerra in Iraq e non è uno sguardo sarcastico su questa guerra. Semplicemente racconta le vicende di un uomo che, dopo il divorzio, finisce in Iraq per dimostrare a se stesso di valere qualcosa. Il film, lo ribadisco, è un racconto onesto e accorto su questo corpo speciale. Il mio personaggio è un uomo a pezzi ma alla fine di questo viaggio ritorna pacificato». La pellicola uscirà nelle sale italiane il 15 gennaio 2010 distribuito da Medusa.

Foto Getty Images – Ewan McGregor e George Clooney con la mano fasciata oggi al Festival di Venezia per la presentazione del film The Men Who Stare at Goats

© RIPRODUZIONE RISERVATA