Lo si è detto e ripetuto alla nausea. La serialità televisiva è il campo d’indagine del contemporaneo; il luogo della grande narrativa dei nostri tempi. Più della letteratura e molto più del cinema. Il tempo – e l’eventuale successo – forniscono alle serie la possibilità per sondare il più interessante dei soggetti: l’uomo. E Breaking Bad dice cose importanti e dal grande significato su come siamo, come agiamo e a che scopo. Lo dice con una scrittura fine, raffinata e mai ombelicale. Parla al pubblico, lo sollecita, pone interrogativi morali e non fornisce mai risposte facili o assolutorie. Difficile trovare un equivalente televisivo contemporaneo, sotto questo profilo. Forse lo è Mad Men, ma ha smesso di esserlo; di certo lo è stato Boss.

Continua a leggere

© RIPRODUZIONE RISERVATA