«LeBron James è uno dei brand più potenti e conosciuti al mondo e siamo felici di poter lavorare con lui». Kevin Tsujihara, CEO di Warner Bros., centra perfettamente il concetto avvicinando al nome della star dei Cleveland Cavaliers la parola brand. Perché parliamo di un personaggio che già a 16 anni era seguito dai network sportivi più importanti d’America (lo chiamavano “il Prescelto”) e da quando ha messo piede nell’NBA è diventato soprattutto un marchio da milioni di dollari. Oltre che uno dei più forti giocatori di basket della storia. Il passo che lo avrebbe portato a sconfinare in altri campi era solo questione di tempo e Judd Apatow ha pensato bene di portarlo al cinema, scegliendolo come spalla di Bill Hader in Trainwreck, la sua ultima commedia con l’irriverente Amy Schumer protagonista.

La perfomance di James è stata apprezzata dalla critica e ora la notizia è che il giocatore ha firmato un contratto con Warner Bros. per la realizzazione di progetti che spazino dal cinema, alla tv e ai contenuti digitali. Il pensiero va in automatico a Space Jam, film con Michael Jordan (e i Looney Tunes) che la major aveva prodotto nel 1996. James era già stato avvicinato a un reboot del film, entrato poi nel dimenticatoio. Ma ora che i giochi sono fatti non ci sorprenderemmo se lo vedessimo calcare le ombre del più grande di sempre, con cui LeBron condivide il destino da Hall of Famer.

Bugs Bunny e Duffy Duck si stanno già allenando.

Fonte: Variety

© RIPRODUZIONE RISERVATA