Un cambio di rotta repentino per Lee Daniels, regista dell’apprezzato Precious e del recente The Butler. Pare infatti che il suo prossimo film si discosterà molto dai suoi precedenti lavori, andando ad esplorare anche il genere del soprannaturale in Demon House, che si baserà sulla storia vera di Latoya Ammons e della sua famiglia, vittima di una possessione demoniaca durata due anni.

Come riportato da Deadline, i dettagli del caso Ammons sono decisamente spaventosi e inquietanti: “L’esperienza è iniziata con eventi insoliti nella sua casa più di due anni fa, che includevano degli sciami di mosche intorno al suo porticato in pieno inverno e inspiegabili scricchiolii provenienti dal seminterrato. Gli eventi poi progredirono in incidenti possessivi, come sua figlia maggiore che levitava priva di coscienza sopra il suo letto e gli strumenti medici che assistevano l’altro figlio che scivolavano sul pavimento, sulle pareti e sul soffitto. Secondo la Relativity Media, un assistente del DCS ha visto il figlio più piccolo ringhiare mostrando i denti e ruotare gli occhi all’indietro, mentre stringeva le mani attorno al collo del fratello, senza poi avere nessun ricordo dell’accaduto. Sia esami psicologici iniziali che tentativi di esorcismo non sono riusciti a fornire valide spiegazioni o soluzioni agli strani fenomeni di casa Ammons.

Per il momento non c’è alcuno cast legato alla pellicola, che sarà finanziata e distribuita dalla Relativity Media e prodotta da Jackson Nguyen, Todd Crites e Bruce Cohen.

In calce, un video dell’esorcismo di Latoya Ammons:

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA