I giocattoli al cinema vanno sempre più di moda. Dopo Transformers, G.I. Joe, il Monopoli di Ridley Scott in lavorazione (ve ne avevamo parlato qui) e l’annuncio dei film ispirati a Risiko, Cluedo e Battaglia navale, sul grande schermo ora si prepara a fare capolino anche un altro gioco molto amato: il Lego. A parlarne di recente in un’intervista rilasciata a Collider è stato il produttore di Sherlock Holmes Dan Lin, che si sta occupando del progetto. Le notizie principali sono che si tratterà di un ibrido tra live action e animazione, che la produzione si sta muovendo molto velocemente per far sì che le riprese partano già nel 2010 e che vari registi sono già stati contattati. Sulla trama però c’è ancora il massimo riserbo: «Non voglio dire troppo della storia finché non l’annunciamo pubblicamente, ma posso dire che quello che fa grande Lego sono i suoi tanti “mondi”», ha spiegato Lin, «Ci sono tanti mondi diversi. Lo Spazio, i pirati, i Vichinghi… Questo permette a un regista di poter spaziare. Inoltre, come sapete, il gioco non ha personaggi veri e propri. C’è un astronauta, ma non ha personalità. E questo è voluto perché quando Lego disegna i suoi giocattoli vuole che sia il bambino a “creare” il personaggio. Ed è su questo aspetto che noi ora stiamo lavorando. Diciamo che ci sono molte caratteristiche proprie del Lego che stiamo cercando di inserire nel film». Stando sempre alle dichiarazione di Lin, che ha parlato di un film PG rated (cioè per il quale è consigliata la supervisione dei genitori per i bambini), il film avrà un target piuttosto ampio «che piacerà a tutto il pubblico pur rimanendo adatto ai più piccoli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA