50 ristampe e oltre 600.000 copie vendute solo in Francia. Tanto è riuscito a fare L’eleganza del riccio (in originale Le hérisson), il romanzo scritto da Muriel Barbery che nel giro di pochi mesi ha conquistato milioni di fan, il plauso di molte giurie e altrettanti premi letterari.
Ora la storia di Renée – la portinaia di un elegante palazzo di Parigi, che all’apparenza sembra una signora sciatta che si interessa solo di televisione, e invece è una donna di cultura, amante della filosofia, dell’arte e della musica – e di Paloma – figlia dodicenne di un ministro, anche lei a conoscenza di un terribile segreto nonostante le apparenze, appunto –, approda direttamente sul grande schermo (il film arriverà nelle sale il prossimo 5 gennaio con il titolo Il riccio) e anche questa volta sarà l’arrivo di monsieur Ozu, un signore giapponese, a travolgere la vita di entrambe. A dirigere un cast di semi-sconosciuti (in Italia) e di nomi molto popolari (in Francia), tra i quali Josiane Balasko, Garance Le Guillermic, Togo Igawa, Anne Brochet, Ariane Ascaride, Wladimir Yordanoff e Sarah Lepicard, è stata la giovanissima regista Mona Achache (classe 1981), già vista (in versione attrice) al fianco di Riccardo Scamarcio in Verso l’Eden.

Per i più curiosi, pubblicata oggi in Rete una carrellata di foto inedita del film, che trovate anche qui sotto:

© RIPRODUZIONE RISERVATA