L’isola del dottor Moreau, romanzo del 1895 di Herbert George Welles è stato tradotto per il grande schermo tre volte: nel 1932 da Earle Kenton, nel 1977 da Don Taylor e nel 1996 da John Frankenheimer, che per l’occasione chiamò a raccolta Marlon Brando, David Thewlis e Val Kilmer. Ora, anche Leonardo DiCaprio si è interessato a questa storia di fantascienza e con la sua Appian Way, insieme alla Warner Bros., produrrà il quarto adattamento. La storia racconta del naufragio dell’inglese Edward Prendick in seguito ad un terribile incidente aereo. Sopravvissuto per miracolo, l’uomo viene tratto in salvo da un piccolo vascello, che lo trasporta sull’isola del dottor Moreau, uno scienziato pazzo che fa terribili esperimenti sugli animali, trasformandoli in uomini-bestia attraverso a vivisezione e il trapianto di arti e tessuti.

La sceneggiatura è affidata a Lee Shipman e Brian McGreevy di Hemlock Grove, e il film sarà uno sci-fi con un messaggio ecologico alle spalle (il che spiega la presenza di DiCaprio, da sempre attento alla salvaguardia dell’ambiente).

Fonte: Deadline

© RIPRODUZIONE RISERVATA