Era dai tempi di Chicago (2002) che non si vedeva un musical con le carte in regola per essere preso seriamente agli Academy Awards e aggiudicarsi un Oscar come Miglior Film. Ora, però, viste le reazioni entusiastiche per l’anteprima di Les Miserables, proiettato al Lincoln Center’s Alice Tully Hall di New York, questo trend potrebbe subire un cambio repentino. Al termine di ciascuna performance musicale sul grande schermo il pubblico si lasciava andare in un applauso liberatorio, per poi applaudire tutti i membri principali del cast, composto da Hugh JackmanAnne HathawayRussell CroweAmanda SeyfriedEddie RedmayneSamantha BarksHelena Bonham Carter e Sacha Baron Cohen. «Sono felice di aver terminato il film e sono grato alle migliaia di persone che hanno partecipato a questo viaggio, in particolare al cast», spiega il regista Tom Hooper, «Sono grato anche a Victor Hugo [autore del romanzo de I Miserabili, ndr], che sfortunatamente non può essere qui con noi».

Scott Feinberg di The Hollywood Reporter spiega: «La scelta di cantare in live davanti alla cinepresa, migliora il film più di quanto non comprometta la qualità della musica». Secondo il giornalista, Tom Hooper potrebbe guadagnarsi un altro Academy Award, mentre Anne Hathaway sarebbe la candidata migliore per aggiudicarsi un Oscar come Miglior attrice non protagonista. Feinberg loda la performance di Russel Crowe nei panni dell’ispettore Javert e afferma che potrebbero essere nominati anche Samantha Barks (Eponine), Amanda Seyfried (Cosette) e Helena Bonham Carter (Madame Thénardier). Secondo lui il ruolo da protagonista di Hugh Jackman calza a pennello a Hugh Jackman, ma non sconvolge a tal punto da pensare a un Oscar. Potrebbe lasciare il segno, invece, la canzone originale “Suddenly”.

Non sono mancati anche miriadi di commenti entusiastici su Twitter, la maggior parte dei quali elogia Anne Hathaway e appoggia l’attrice per la corsa agli Oscar.

Guarda il trailer italiano e otto foto inedite

(Fonte: Collider)

© RIPRODUZIONE RISERVATA