In questo periodo l’agenda di Martin Freeman è sempre fitta di impegni. “Colpa” di Peter Jackson e del suo Lo Hobbit, in cui l’attore interpreta il protagonista Bilbo Baggins. Intervistato da Collider, Freeman parla del film e del suo momento d’oro. «Ho visto Lo Hobbit per tre volte – ha confessato. La prima è stato incredibile, mi sono divertito tantissimo. E il 3D girato in 48 fps (il tanto discusso High Frame Rate 3D) è grandioso! Certo, è un periodo impegnativo, ma non ho nulla di cui lamentarmi».

Ormai l’eredità de Lo Hobbit ha segnato indelebilmente l’attore, che sul set del suo prossimo film The World’s End, di Edgar Wright, è stato soprannominato “Little Martin”, viste le piccole dimensioni del suo personaggio nel nuovo kolossal di Peter Jackson. Il nomignolo gli è stato affibbiato da Simon Pegg, che recita con lui nel film, ma Freeman ci scherza su: «Mi ha fatto sentire piccolo, come se fossi un bambino di sei anni. Ha dovuto farlo, perché sono nel miglior film del mondo», e aggiunge, «Voglio bene a Simon, tra noi non c’è rivalità».

Qui sotto, il video dell’intervista a Martin Freeman:

(Fonte: Collider)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA