Hanno fatto pace. Peter Jackson e la casa di produzione e distribuzione americana New Line hanno finalmente trovato un accordo. E quale modo migliore per seppellire l’ascia di guerra se non producendo due film tratti da Lo Hobbit di JRR Tolkien? Le due pellicole saranno girate in contemporanea nel 2009 (subito dopo che Jackson finirà di lavorare a Tintin con Spielberg) e usciranno a distanza di un anno l’uno dall’altro (2010 e 2011). L’accordo prevede che Jackson e Fran Walsh saranno i produttori esecutivi mentre la New Line, oltre a produrle, le distribuirà nel Nord America. Per il resto del mondo ci penserà la MGM. «Sono molto felice che siamo riusciti a metterci alle spalle le nostre divergenze, in modo da iniziare un nuovo capitolo con i nostri vecchi amici della New Line», ha spiegato Peter Jackson, che non ha ancora deciso se produrre soltanto i due progetti o se mettersi nuovamente dietro la macchina da presa, «Il signore degli anelli è un valore che condividiamo con orgoglio con Bob Shaye e Michael Lynne (presidenti della New Line ndr), e assieme condivideremo questo valore con milioni di fan leali in giro per il mondo. Siamo deliziati all’idea di poter continuare il nostro viaggio nella Terra di Mezzo». Bob Shate ha replicato: «Siamo molto contenti per come si sono risolte le nostre divergenze, e per il fatto che Peter e Fran siano coinvolti creativamente e attivamente con i film dello Hobbit. Sappiamo che porteranno la stessa passione, lo stesso amore e lo stesso talento in questo film così come hanno fatto con Il signore degli anelli». Per Michael Lynne, infine, «Peter è un filmmaker visionario, e ha aperto nuove strade con Il signore degli anelli. Siamo contenti che torni per Lo Hobbit, e che la saga tolkieniana continui ad avere la sua impronta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA