Cosa accadrebbe se i loghi delle marche più famose al mondo prendessero improvvisamente vita? Se per strada svolazzassero farfalle della Microsoft, uccelli della Bentley e ad attraversare le strisce pedonali fossero gli omini dell’icona di AIM? La bizzarra e geniale idea di dare vita a un mondo tutto “loggato” è venuta ai francesi François Alaux, Hervé de Crécy e Ludovic Houplain che hanno diretto il corto animato Logorama, tutto ambiento in una coloratissima e stilizzata Los Angeles.

Il film, della durata di 16 minuti circa ha conquistato prima la Francia, che lo ha premiato con il Kodak Prix al festival di Cannes 2009, e poi l’America che lo ha premiato alla 82esima edizione degli Academy Award con il premio Oscar per il miglior corto animato.

A popolare Logorama sono oltre 2.500 loghi che includono anche nomi italiani come Bassetti e Lavazza. Protagonisti della storia sono gli omini baffuti delle patatine Pringles (uno è doppiato dal regista David Fincher), una Esso Girl e due omini Michelin, nei panni di due poliziotti impegnati in una caccia all’uomo per le strade di Los Angeles. Il super ricercato è niente meno che il clown Ronald McDonald, spietato criminale che durante la sua fuga prende in ostaggio anche uno dei due scapestrati bambini delle liquerizie Haribo.

La corsa in auto punta dritto fino alla mitica collina di Hollywood e il finale ci proietta addirittura nello Spazio e sembra una grande metafora del consumismo sfrenato che minaccia di affogarci tutti…

Qui sotto potete vedere tutto il corto Logorama in versione originale.

La versione doppiata in italiano (non ancora ufficiale) è pubblicata invece da www.blackcherrypictures.com/logorama_test.html

Logorama – parte 1

Logorama – parte 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA