Se come noi, siete tra quelli che avete sofferto tantissimo per l’episodio in cui Karen (Emma Thompson) ed Harry (Alan Rickman) litigano alla fine di Love Actually (oltre che per quello di Laura Linney, ovviamente), allora sappiate che la situazione è in realtà molto più desolante di quanto già non sembrasse.

Il regista Richard Curtis ha visto da poco il film del 2003 al cinema. Emma Freud, che fu la correttrice della sceneggiatura, ha twittato la proiezione che è avvenuta sabato, e in seguito alla quale sono state fatte diverse rivelazioni sul film. In particolare, la sceneggiatrice ha rivelato quale sarà il futuro della coppia.

In Love Actually, la donna scopre che il marito ha comprato una stravagante collana e che non è per lei ma per un’altra donna (la sexy segretaria mora di lui, di nome Mia). Così, lei lo affronta dopo la recita di Natale dei loro bambini, e il film finisce con Karen che accoglie all’aeroporto Harry che sta tornando da un viaggio. La Freud conferma che sono rimasti insieme, ma che «la loro casa non è più felice come una volta».

Una fan le ha chiesto via Twitter se si è trattato solo di una cotta o di un vero e proprio tradimento. E la editor ha risposto così: «Ho pregato Richard che fosse solo un flirt, ma niente da fare. È stato un tradimento in piena regola».

Per consolarci di questo triste svoglimento della storia, la Freud ha però aggiunto che «originariamente il personaggio di Rowan Atkinson (il commesso della goielleria) ricopriva il regalo per impedire ad Alan Rickman di riuscire a comprare la collana. Perché è un angelo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA