Questo è un classico esempio di pigrizia. Proprio mentre ero sul set di Lezioni di cioccolato 2 iniziava la mia bizzarra collaborazione con il blog di Best Movie e, sfruttando l’ovvietà di trovarsi sul set di un film, mi fu chiesto di raccogliere un po’ di pensieri e provare a tenere una sorta di  “diario dal set”. Non lo feci. Già spaventato dall’idea di dover scrivere quasi settimanalmente qualcosa di sensato per il blog, decisi di conservare i tre neuroni rimasti per Oltre il giardino (questo il nome del suo blog, ndr).
In vista però dell’uscita del film, ecco però rifarsi sotto la redazione e l’ufficio stampa… «Dai, dai, perchè non scrivi qualcosa su Lezioni di cioccolato 2?». Mannaggia! Ve l’ho già detto: la mia “musa” ha traslocato, sono in un periodo troppo incasinato, in più sono passati mesi ormai. E queste cose vanno fatte mentre sei lì sul set, mentre respiri l’odore (sigh!) del cestino del pranzo, mentre hai indosso quei costumi, mentre hai ancora le mani sporche di cioccolato! Inoltre questo per me è un film speciale, è il mio primo “sequel”, sono troppo affezionato alla storia di Mattia e Kamal, non voglio ridurre le emozioni di quei giorni a sbiaditi ricordi di una mente sovrastata da troppi capelli bianchi. […]

Per leggere il resto dell’articolo corri a comprare la rivista. Best Movie di novembre è già in edicola.

Leggi il blog di Luca Argentero

© RIPRODUZIONE RISERVATA