George Lucas ha intentato una causa contro la società Jedi Mind Inc, che produce software per controllare videogiochi e applicazioni PC (Master Mind) o persino il mouse (Jedi Mouse) solo con la forza del pensiero. Lucas naturalmente non rivendica il copyright sull’utilizzo della mente per controllare gli oggetti ma sul nome della società, chiaramente legato alla terminologia utilizzata nella celebre saga di Guerre Stellari (Jedi, Mind Control eccetera). Secondo l’agenzia di stampa Reuters, la LucasFilm non possiede marchio registrato Jedi Mind ma sostiene di esercitare un diritto esclusivo di utilizzo di tutte le caratteristiche associate con i cavalieri Jedi, tra cui il mantello Jedi, le spade laser, il potere di far levitare oggetti, l’unificazione telepatica tra uno Jedi e l’universo circostante e il potere di emettere lampi di forza dalle punte delle dita. In America e in altri Paesi sono però attive diverse comunità (Jedi Church) legate al “Jediismo” e ai concetti (principalmente l’esistenza della Forza) esplorati da Lucas nella sua celebre saga, ufficialmente riconosciute dallo Stato americano come fedi religiose nei confronti delle quali George Lucas non ha mai rivendicato l’esclusiva sull’utilizzo delle proprie IP.

© RIPRODUZIONE RISERVATA