Il final trailer di Star Wars: Il risveglio della Forza ha debuttato lunedì, per la gioia di tutti i fan, ma nel filmato si notava una mancanza davvero importante, e cioè quella di Mark Hamill nei panni di Luke Skywalker, il cui ritorno è stato annunciato ma che tarda ancora a farsi vedere. In realtà, in una scena del secondo teaser trailer, un personaggio incappucciato poggia una mano bionica su R2-D2, e probabilmente si tratta proprio di Luke, ma il tutto rimane comunque troppo sul vago.

Il motivo di tale ritardo, secondo alcune teorie, è che il ruolo di Hamill sarà in realtà mostrato solo alla fine dell’Episodio VII, venendo poi successivamente sviluppato nel corso dell’Episodio VIII scritto e diretto da Rian Johnson (Looper), oppure, come riportavano i primi rumor, perché lo Jedi è stato completamente assuefatto dal Lato Oscuro della Forza, sviluppando un potere talmente grande da dover vivere in solitudine per non far del male a nessuno. Curioso, a dire il vero, che questa ultima ipotesi sia stata già discussa da J.J. Abrams proprio con Hamill dieci anni fa, nel 2005, nel corso di un episodio di Dinner for Five, vecchia serie IFC degli anni 2000.

Ospite del programma sia il regista che l’attore, insieme a Kevin Smith e Jason Lee, Mark Hamill ha ricordato ad Abrams come avesse già proposto a George Lucas l’idea di un Luke Skywalker malvagio: «Come attore, devo dire che sarebbe davvero divertente da interpretare. Ho solo pensato che sarebbe andata così da dove avevamo concluso L’impero colpisce ancora…io sarei tornato, ma dando la caccia a Han Solo per ucciderlo, o uccidere la Principessa o qualcun’altro che avevo a cuore. È vecchio film cornball (sentimentale, banale), come quelli sulla Seconda Guerra Mondiale».

Star Wars: Il risveglio della Forza uscirà nelle nostre sale il 16 dicembre. Ecco il video:

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA