Mentre ancora increduli e sotto shock attendiamo di scoprire le cause della scomparsa di Heath Ledger, è impossibile non andare a ripescare nella mente tutti i volti con cui abbiamo imparato a conoscere questo brillante attore australiano. Una breve ma intensissima carriera, iniziata nel 1999 con la commedia 10 cose che odio di te, in cui affiancava Julia Stiles, e proseguita senza intoppi fino all’inatteso e tragico epilogo. Furono in molti a dargli fiducia e a riconoscere in lui quell’innato talento che non ha faticato ad emergere proiettandolo, a soli 20 anni, tra le fila delle giovani promesse di Hollywood. A scommettere su di lui Roland Emmerich e Mel Gibson, che lo scelsero per Il patriota nel 2000, passando per Marc Forster (per Monster’s Ball), Shekhar Kapur (Le quattro piume), Ang Lee (I segreti di Brokeback Mountain), fino a Terry Gilliam che lo diresse nel 2005 ne I Fratelli Grimm e l’incantevole strega e con il quale stava lavorando proprio in questi mesi per The Imaginarium of Doctor Parnassus. E se Lasse Hallström lo trasformò nell’irrequieto e affascinante Casanova è toccato a Christopher Nolan regalargli l’ultima maschera con cui il mondo lo ricorderà: quella ancora inedita, ma già leggendaria del suo nerissimo Joker in The Dark Knight. Dovremo pazientare ancora qualche mese prima di vedere l’atteso e sempre più “maledetto” (quello di Ledger è il secondo lutto dopo la morte di un operatore sul set) sequel di Batman Begins, la cui uscita è prevista per il 18 luglio di quest’anno. Nel frattempo abbiamo ripercorso la carriera cinematografica di Heath con una photogallery che potete vedere cliccando qui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA