Madre!

Già al Festival di Venezia aveva diviso alla grande i critici, ma Madre! di Darren Aronofsky è andato anche peggio alla sua uscita nei cinema statunitensi, dato che stavolta, a lamentarsi non sono più i giornalisti, bensì direttamente il pubblico pagante!

Come rivela The Hollywood Reporter, il film ha infatti ottenuto un punteggio F al Cinemascore. Per i meno informati, il Cinemascore è un voto decretato dallo stesso audience, interpellato da un sondaggio apposito fuori dalle sale. Il voto massimo è di A per i capolavori, mentre il più basso, F, è in pratica l’assoluta bocciatura.

Ha dichiarato Aronofsky in proposito, un po’ deluso da un’accoglienza così negativa: «Ogni volta che fai qualcosa di così aggressivo, ci saranno persone che si divertiranno, e altre che diranno, “No, non è per me”. È un film strano, perchè hai Jennifer Lawrence, Javier Bardem, Ed Harris, Michelle Pfieffer e altre persone da cui ti aspetti un certo tipo di film. E noi non abbiamo fatto quel tipo di film. […] L’unica cosa che non capisco è perché il pubblico non apprezzi il lato tecnico. Ci sono tre inquadrature in tutto il film: dalla spalla, sulla sua faccia, e il suo punto di vista. Non c’è nessuna colonna sonora. Ci sono tutte queste cose che sono state difficili da fare».

Qui invece le parole della Paramount, che ha ovviamente preso le difese dell’opera: «Questo film è molto audace e coraggioso. State parlando di un regista al massimo della sua ispirazione e di un’attrice al suo meglio. Hanno fatto un film coraggioso. Tutti vogliono un cinema originale, e tutti celebrano Netflix quando realizza una storia che nessun altro voleva realizzare. Questa è la nostra versione. Non vogliamo che tutti i film siano innocui. E va bene se non piace ad alcune persone».

Madre!, ricordiamo, uscirà nei cinema italiani il 28 settembre. Qui la nostra recensione dal Festival di Venezia.

Fonte: indieWIRE

© RIPRODUZIONE RISERVATA