Lanciatissimo Mads Mikkelsen, che prossimamente vedremo in ben due pellicole cariche di hype oltre le stelle: Rogue One: A Star Wars Story di Gareth Edwards e Doctor Strange di Scott Derrickson.

Che possa sentirsi un attimo in soggezione? Affatto! Intervistato da Collider, infatti, l’attore ha spiegato quanto finire su un immenso set come quello della mitiga saga sci-fi non l’abbia per nulla messo a disagio: «Non è così strano o sorprendente. Per gran parte degli attori, è parte del nostro lavoro. Sappiamo che esiste. Sappiamo anche che aspetto abbia il set di un film, ciò che costruiamo, qual è la parte vera e la parte falsa. Il grande “shock” per molti attori è quando incontrano qualcuno di cui non sono parte, come un calciatore o un giocatore di basket. Per noi diventa irreale, perché non è il nostro lavoro».

Prosegue: «Detto ciò, ogni tanto devi anche appoggiarti, quando arrivi su un fantastico e grande set come i film di Star Wars. Devi appoggiarti e divertirti ad essere un quindicenne, almeno per un paio di minuti, e poi iniziare a lavorare. Se non riesci a goderti la magnitudine di queste cose, allora è triste». E il suo ruolo in Rogue One? Ovviamente, è top secret: «Ho giurato segretezza. Non posso dirvi nulla, anche se se vorrei tanto».

La medesima cosa anche per il Doctor Strange: «Il regista Scott Derrickson mi ha descritto e presentato il mio personaggio. Abbiamo avuto un bell’incontro. È un altro segreto. Il cast è parecchio fantastico. Non vedo l’ora di lavorare con questi ragazzi. Per ora ho fatto solo i provini. Uno di questi giorni, dovrei iniziare le riprese».

Insomma, grandi misteri da entrambe le sponde. Per ora, non ci rimane che attendere trepidanti: il cinecomic Marvel arriverà nelle sale italiane il 26 ottobre 2016, mentre lo spin off di Guerre Stellari uscirà il 15 dicembre dello stesso anno.

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA