Maremetraggio, Festival Internazionale del Cortometraggio e delle Opere prime, che la scorsa estate – nella sua ottava edizione – ha avuto Best Movie fra i media partner, presenterà il 25 novembre i corti CEI (tutti provenienti dal Centro Europa) all’interno della sesta edizione della Rassegna del Cinema Italiano di Belgrado. La manifestazione, organizzata dall’Istituto Italiano della Cultura, in collaborazione con la Federazione Italiana Circoli del Cinema, è giunta alla sua sesta edizione e per la prima volta includerà quest’anno anche l’evento CEI. Una giornata speciale, voluta dall’Ambasciatore Alessandro Merola, che si fregerà della presenza del regista serbo Dusan Milic, nuovamente testimonial per Maremetraggio, e che ospiterà le opere provenienti da tredici paesi, tra i quali anche l’Italia, rappresentata da Alessandro Giglio con il suo Papà fattene una ragione. Spetterà a una giuria speciale, formata da giornalisti italiani e serbi, decretare il miglior cortometraggio nella capitale serba.

© RIPRODUZIONE RISERVATA