Marilyn Manson Evan Rachel Wood Wes Borland

Il chitarrista dei Limp Bizkit Wes Borland, che ha fatto parte della band di Marilyn Manson suonando insieme a lui tra l’agosto 2008 e il maggio 2009, ha parlato delle accuse di abusi rivolte al cantante esprimendo il suo sostegno alle donne che l’hanno denunciato.

All’inizio di questa settimana, l’attrice Evan Rachel Wood ha pubblicamente accusato Manson di aver abusato di lei durante la loro relazione durata dal 2007 al 2010. «Il nome del mio aggressore è Brian Warner, noto anche al mondo come Marilyn Manson. Ha iniziato a manipolarmi quando ero ancora una adolescente ed ha abusato di me in modo orribile per anni – si leggeva in un post condiviso dall’attrice – Sono stata sottoposta ad un lavaggio del cervello e manipolata fino alla sottomissione. Ho smesso di vivere per paura di ritorsioni, calunnie o ricatti. Sono qui per smascherare quest’uomo pericoloso e rivolgermi alle molte industrie che glielo hanno permesso, prima che rovini altre vite». Altre cinque donne si sono unite alle accuse, raccontando tutte di relazioni morbose con il cantante, che le avrebbe manipolate per sottometterle (l’ex attrice pornografica Jenna Jameson ha riferito che Manson fantasticava di «bruciarla viva»).

Parlando di Manson sul canale Twitch Space Zebra Live, Borland dice: «Non è un bravo ragazzo. E ogni singola cosa che la gente ha detto su di lui è fo****amente vera. Quindi pensateci bene prima di parlare delle accuse per il suo comportamento nei confronti delle donne. Come quando le persone dicono che queste donne lo stanno inseguendo proprio ora… Fan**lo, stanno dicendo la verità».

«Mi dispiace per tutti coloro ai quali non piacerà ciò che dico in questo podcast – prosegue Borland – Quel ragazzo ha un talento incredibile, ma è incasinato e ha bisogno di essere messo sotto controllo, di diventare sobrio e di venire a patti con i suoi demoni. È un cattivo ragazzo, e io ero lì quando era con Evan Rachel Wood. Ero a casa sua. Non è fo****amente bello, e questo è tutto quello che dirò al riguardo. Quindi se qualcuno sta cercando queste ragazze dicendo “Tu blah blah blah blah blah, questo e quello”, Fan**lo! Questo è tutto quello che dirò».

Le donne che hanno accusato Manson hanno ricevuto sostegno anche dalla sua ex fidanzata Rose McGowan, che in un post ha scritto: «Sono dalla parte di Evan Rachel Wood e di altre donne coraggiose che si sono fatte avanti. Ci vogliono anni per riprendersi dagli abusi e mando loro sostegno per il viaggio verso la guarigione. Lasciate che la verità sia rivelata. Che la guarigione abbia inizio».

Marilyn Manson aveva risposto alle accuse con un un post sul suo profilo Instagram: «Ovviamente, la mia arte e la mia vita hanno sempre attirato le polemiche come calamite, ma queste recenti accuse su di me sono orribili distorsioni della realtà». L’artista è stato nel frattempo rimosso dalle serie American Gods e Creepshow e l’etichetta discografica che produce gli album del cantante, la Loma Vista Recordings, ha deciso di non lavorare più con Manson per i suoi progetti futuri.

Fonte: Louder

© RIPRODUZIONE RISERVATA