Il Guanto dell’Infinito è l’arma in assoluto più potente dell’Universo Marvel: attraverso le preziosissime Gemme dell’Infinito (che nella serie Disney+ Loki erano utilizzate come semplici fermacarte!) Thanos riesce a manipolare praticamente senza limiti il tempo, lo spazio, la realtà e le menti.

Anche il Guanto dell’Infinito, però, non possiede poteri illimitati. Per esempio, in molti albi Marvel viene spiegato che può funzionare solo nel suo universo originario. E in particolare c’è un regno nell’universo Marvel dove si rivela del tutto inutile. A rivelarlo è un fumetto di culto, Sleepwalker, firmato dallo scrittore Bob Budiansky e dell’artista Bret Blevins.

La trama racconta di uno studente di cinema, Rick Sheridan, che scopre l’esistenza di un poliziotto alieno intrappolato nella sua mente. La creatura, che si chiama appunto “Sleepwalker”, è originario del Mindscape, una dimensione che mette in collegamento tutte le menti intelligenti dell’universo. Sleepwalker, in realtà, non è un semplice invasore: stava anzi cercando di impedire a un’entità maligna di invadere la mente di Rick e, mentre ci provava, è rimasto prigioniero lui stesso nella sua testa.

Ci sono però alcuni rari momenti, mentre Rick dorme, nei quali Sleepwalker può uscire dalla sua mente e addirittura andarsene in giro nel mondo reale, ma non tornare a casa al Mindscape. E proprio in una di queste sue avventure notturne, a caccia di criminali, l’alieno incontra la Chain Gang, che aveva acquisito i suoi poteri proprio nell’albo di Sleepwalker #7, durante la saga del Guanto dell’Infinito.

La Chain Gang aveva infatti guadagnato forza poco dopo che Thanos aveva cancellato metà della popolazione dell’universo. All’inizio sembrava che il gruppo dovesse far soccombere Sleepwalker, ma poi il potere del Guanto dell’Infinito ha spalancato delle fratture dimensionali, inclusa proprio quella collegata al Mindscape. Vedendo finalmente una possibilità di fuga, Sleepwalker era volato attraverso l’apertura portando con sé la Chain Gang e imprigionandola nel Mindscape.

Sleepwalker aveva poi deciso di tornare sulla Terra per continuare il suo lavoro di ricerca dei criminali. Ma, mentre attraversava in senso opposto la spaccatura, la nipote di Thanos, Nebula, aveva preso il controllo del Guanto dell’Infinito e aveva invertito il tempo.

L’aspetto eccezionale è che l’intervento di Nebula aveva cancellato anche tutte le azioni del nonno e gli effetti dello “schiocco”. Anche Sleepwalker aveva dimenticato ogni cosa, compresi i quattro della Chain Gang intrappolati nel Mindscape che, dicono le storie successive, hanno poi vagato in quel regno per secoli finché sono riusciti a tornare sulla Terra, con i loro poteri ancora intatti.

Questo significa dunque che il Mindscape è un regno che non risente della forza onnipotente del Guanto dell’Infinito. Considerata la sopravvivenza della Chain Gang in quella dimensione, si può supporre che si muova secondo coordinate spaziali e temporali autonome e non abbia risentito dello “schiocco”.

Chissà dunque se il Mindscape potrebbe affacciarsi nell’MCU prima o poi, offrendo magari un rifugio nel caso in cui il Guanto dell’Infinito fosse riassemblato e occorresse riaffrontare Thanos.

Fonte: SR

© RIPRODUZIONE RISERVATA