Era tutto ai nastri di partenza… almeno finché Matthew Vaughn non ha fatto un passo indietro lasciando tutti a bocca aperta. Il regista ha, infatti, abbandonato la regia di X-Men: Days of Future Past, sequel di X-Men: L’inizio, per dirigere un altro cinecomic targato Fox. Si tratta dell’adattamento cinematografico di Secret Service, basato sull’omonima serie a fumetti di Mark Millar (Kick-Ass) e Dave Gibbons (Watchmen). Altrettando sorprendente, però, sarebbe il nome di colui che potrebbe prendere il posto vacante al timone della regia di X-Men: Days of Future Past. Stiamo parlando di Bryan Singer, ovvero dell’uomo che ha portato sul grande schermo la precedente trilogia della squadra di mutanti. Dopo questo brusco cambio di rotta, Fox sta tentando di bruciare tutte le tappe possibili, visto che non vuole posticipare la data di uscita del film, prevista per il 18 luglio 2014. Senza contare che la sceneggiatura è già pronta e il cast confermato. Faranno ritorno, infatti, James McAvoy (Prof. Xavier), Michael Fassbender (Magneto) e Jennifer Lawrence (Mystica).

Leggi i primi rumor sulla trama di X-Men: Days of Future Past

(Fonte: Deadline)

© RIPRODUZIONE RISERVATA