Chi non ha mai giocato o sentito parlare di Meccano? Se non lo conoscete ancora, tuttavia, potrete scoprirlo presto al cinema: il famoso set di bacchette per costruzioni, infatti, diventa un film. La multinazionale Meccano S.N. of  France (dopo essere stata ceduta e acquisita più volte, oggi è filiale del gruppo nipponico Nikko Group) ha deciso di seguire le orme del successo di altri grandi nomi dei giocattoli come Hasbro (Transformers, Risiko, G.I. Joe), Mattel (Barbie) e Lego. Da poco, l’azienda ha deciso di cedere la licenza della propria linea di giocattoli alla giovanissima compagnia cinematografica indipendente Helix Films. Come prevedibile, il film sarà una produzione in 3D, simile alle pellicole d’animazione di Pixar (WALL-E, Up). Non sono stati rivelati ulteriori dettagli su regista, trama e doppiatori. Steven-Charles Jaffe, co-fondatore di Helix Films, che in passato ha prodotto film come Ghost, ha affermato: «I tre partner di Helix Films sono cresciuti giocando con Erector Set (Meccano, in Italia) ma in diversi paesi, quindi si può dire che la nostra partnership con Meccano sia molto ben accetta, anche a livello personale». Meccano è il gioco di costruzioni che ha reso l’assemblaggio di viti, bulloni e piastrine di metallo (la componentistica è in plastica per le versioni riservate ai bambini) uno dei passatempi preferiti per milioni di ragazzini (e non solo) in tutto il mondo sin dal lontano 1901, quando fu inventato dall’inglese Frank Hornby. Tra i suoi punti di forza c’è la compatibilità di tutti pezzi fin dall’inizio del ‘900 ad oggi, che permette di integrare elementi di costruzione di oltre 100 anni fa con quelli moderni. Fattore per niente scontato se si considera che nell’ultimo secolo l’azienda Meccano Srl è stata acquistata e rivenduta numerose volte, fino a diventare oggi Meccano S.N. of France, filiale del nipponico Nikko Group. Altro esempio della grande versatilità di questo sempreverde set di giocattoli è la scultura dell’artista Chris Burden, chiamata “What My Dad Gave Me” (2008), un vero e proprio grattacielo di venti metri composto unicamente da pezzi di meccano, eretto a Rockfeller Center (Manhattan).
Vi terremo aggiornati su eventuali sviluppi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA