quentin tarantino

Quentin Tarantino durissimo contro alcune sale cinematografiche. Il regista e rinomato cinefilo non ha usato mezzi termini per screditare e augurare il peggio ad alcuni esercenti, che secondo Tarantino si sarebbero scavati la fossa da soli ben prima della pandemia da Covid-19.

Lunedì scorso è arrivata la notizia che la mente dietro a Pulp Fiction, Le Iene e numerosi altri grandi film, ha acquistato il Vista Theatre di Sunset Boulevard. Un cinema storico che, come dichiarato da Tarantino al Dax Shepard’s Armchair Expert podcast, dovrebbe aprire verso il prossimo Natale. Al contrario del New Beverly, teatro già in suo possesso e che proietta per lo più film storici dalla sua collezione, il Vista Theatre sarà dedicato a nuovi film.

Nel contesto di questa intervista, Tarantino ha mostrato il suo amore per la settima arte in tutte le sue forme, ma si è scagliato anche duramente contro alcune sale. Ha detto:

«Alcuni di questi esercenti che stanno fallendo… Non è mai bello vedere nessun cinema chiudere, ma alcuni di questi esercenti si meritano di fallire, ca**o! Hanno tolto tutto quello che c’è di speciale dai film. Alcune di queste catene mostrano pubblicità tutto il tempo, non spengono le luci in sala, hanno seggiolini da  stadio, mer*a di plastica»

Quentin Tarantino è noto per il suo temperamento spesso caldo e che gli fa dire le cose  fuori dai denti, senza alcun filtro. È stato così per questo podcast, visto che dopo averla “toccata pianissimo” così ha poi continuato:

«Hanno scritto il loro epitaffio da molto tempo, ma hanno pensato che l’industria li avrebbe sorretti. È folle vedere per tutto il corso della mia carriera come l’esperienza filmica vada al ribasso tipo ogni 5 anni. Comunque, sono convinto che i cinema supereranno questo periodo. E non parlo neppure di cose come La-Z-Boy che ordina nacho e margarita… Adoro l’Alamo Drafthouse. Ma ho un salotto a casa, io voglio andare al cinema».

Cosa ne pensate? Siete d’accordo col Tarantino sulla perdita di valore delle sale?  Fatecelo sapere nei commenti.

Foto: Getty Images

Fonte: Deadline

© RIPRODUZIONE RISERVATA