Non è tutto oro quello che luccica, soprattutto quando sei una giovane star di Hollywood alle prese con la gavetta. Lo sa bene Evan Rachel Wood, ormai star affermata, che ha rivelato ai fan i tristi retroscena del mondo dello spettacolo.
In particolare, l’attrice (tramite Twitter) si è scagliata contro uno storico photoshoot che ritraeva, per Vanity Fair, le più interessanti giovani promesse di cinema e televisione. Tra Hilary Duff, Alexis Bledel e le gemelle Olsen, compariva quindi anche la bella Evan, all’epoca appena quindicenne.

Era il 2003, e le foto di quel servizio divennero un vero e proprio cult. Peccato che l’aria sul set non fosse certo di festa.
Incalzata da alcuni fan nostalgici circa quell’esperienza, Evan Rachel Wood ha infine abbattuto i muri di segretezza che circondano la vita delle star. L’attrice ha infatti dichiarato: «Ero praticamente in lacrime dopo quel photoshoot. Provarono su di me il vestito che poi finì per indossare nella foto, e nonostante avessi detto che non mi trovavo a mio agio, mi imposero di metterlo perché non c’era tempo. Tutte le altre ragazze infatti ci avevano messo troppo a decidere come vestirsi. Mi venne quindi data la scelta di indossare scarpe basse o tacchi, io dissi scarpe basse e in pochissimi minuti mi misero in mano dei tacchi dicendo che in foto sarebbero venuti meglio. Poi ci misero tutte in fila, fissandoci per vedere se andavamo bene: avevo solo 15 anni allora, e per la prima volta sentì che la mia identità era stata cancellata per far spazio al silenzio e agli ordini che mi venivano dati. Mi sono sentita come carne da macello. Da quel momento, ho trovato la mia voce. Non succederà mai più una cosa simile. Quando si è giovani, inesperti e timidi si è vittime del bullismo più facilmente. Ho imparato quindi a dire di no.»

Qui di seguito la foto incriminata e i tweet dell’attrice.

Fonte: refinery29

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA