Michael Moore affila le armi, pronto ancora una volta a colpire nel segno con il suo prossimo scomodo documentario. Questa volta a finire nel mirino sono i finanzieri responsabili della crisi economica, partita dai mutui subprime americani e poi allargatasi a tutto il pianeta. Moore, giunto ormai alla metà delle riprese nel corso di un’indagine che lo ha portato a scavare nel torbido, si sta rendendo conto che ci sono ancora molte cose che devono venire a galla, ma servono le persone giuste. Perciò ha rivolto dal suo sito un appello a tutti i banchieri pentiti, invitandoli a collaborare: «Se avete informazioni che gli americani hanno bisogno di sapere», scrive su www.michaelmoore.com, «vi chiedo con umiltà di avere quel coraggio necessario per essere un eroe e aiutarmi a esporre la più grande truffa della storia americana». «Diverse persone mi sono già venute incontro», continua, «ecco la tua occasione per permettere ai tuoi concittadini di sapere la verità».

Da.Mo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA