Presentato al Festival del Film di Roma, As the Gods Will, ultima opera di Miike Takashi continua a far parlare di sè.

L’iperproduttivo regista nipponico (sforma una media di più di 4 film l’anno) porta sul grande schermo il manga di Muneyuki Kanshiro e Akeji Fujimura, reduce di un grandissimo successo.

Protagonisti del film sono dei liceali che per sopravvivere dovranno superare difficili e sadiche prove.

Il risultato è un film surreale che non risparmia sangue e violenza, ma che tiene lo spettatore incollato allo schermo.

Non per la violenza, ma per le accuse sessite, si sta parlando in questi giorni del film. Il video promozionale apparso in rete mostra infatti delle succinte ragazze giocare alla versione giapponese di un, due, tre stella! La camera indugia sulle prosperose forme traballanti finchè…

Scopritelo voi:

© RIPRODUZIONE RISERVATA