Justice League Henry Cavill

Avere Superman come zio – letteralmente – non è poi così vantaggioso come si potrebbe immaginare. Alcuni anni fa, ai tempi dell’uscita de L’uomo d’acciaio di Zack Snyder, Henry Cavill, interprete del personaggio nei film DC e fresco di casting nel “lontano” 2013, aveva infatti dichiarato che il suo nipotino di sette anni era finito nei guai a scuola per aver detto di avere un supereroe in famiglia, essendo accusato di aver mentito e non venendo creduto. 

Cavill aveva condiviso questo tenero aneddoto sul piccolo Thomas in un’intervista con Jay Leno al The Tonight Show. L’attore aveva detto, riferendosi al momento in cui venne scelto: «Mio nipote Thomas era così eccitato… è corso a scuola. Ora, devi sapere che lui ha una certa “reputazione” per aver raccontato delle storie inventate in passato ai suoi insegnanti. Stavolta però è andato a scuola vestito da Superman, perché suo zio è Superman!».

«L’insegnante gli ha detto: “Thomas, perché indossi questo? Non dovresti indossarlo a scuola – aggiunse Cavill – “Beh, perché mio zio è Superman”, ha risposto lui, e l’insegnante l’ha preso da parte… si è messo nei guai». La maestra intervenne infatti per dire al ragazzino che Superman non esisteva, e al cospetto dell’insistenza di Thomas decise di farlo mandare a casa e di chiamare i suoi genitori

La vicenda ebbe però un epilogo decisamente “da sogno” per il bambino: fu infatti sua mamma, cognata di Cavill, a rispondere al telefono e a venire informata sui fatti; dopo aver appreso l’accaduto, decise di mandare proprio Cavill a scuola, in modo che tutti i compagni di Thomas – e la sua insegnante – vedendo arrivare l’interprete si rendessero conto che il nipotino della star aveva detto la verità!

Proprio ieri Warner Bros. ha diffuso un esplosivo trailer di The Suicide Squad, l’atteso film di James Gunn che ci porterà nel bel mezzo di una nuova e rischiosissima missione della celebre “squadra suicida” dei fumetti. A fare da protagonista alle prime sequenze del filmato è Bloodsport una delle più attese new entry del team. Dalle parole pronunciate dalla stessa Amanda Waller, scopriamo che il personaggio interpretato da Idris Elba è stato incarcerato per un motivo assolutamente incredibile: ha mandato Superman in terapia intensiva sparandogli con un proiettile di kryptonite. Non l’ha ucciso, ma quasi.

In sostanza, dunque, l’attuale Clark Kent del DCEU – ovvero quello interpretato da Henry Cavill – sta lottando per la propria vita su un letto di ospedale (qui tutti i dettagli sull’argomento). 


L’ultima apparizione dell’attore nel mondo dei cinecomic, ricordiamo, è avvenuta in Zack Snyder’s Justice League, dove al fianco di Cavill abbiamo visto anche Ben Affleck (Bruce Wayne / Batman), Amy Adams (Lois Lane), Gal Gadot (Diana Prince / Wonder Woman), Ray Fisher (Victor Stone / Cyborg), Jason Momoa (Arthur Curry / Aquaman), Ezra Miller (Barry Allen / Flash), Jared Leto (Joker), Willem Dafoe (Nuidis Vulko), Jesse Eisenberg (Lex Luthor), Jeremy Irons (Alfred Pennyworth), Diane Lane (Martha Kent), Connie Nielsen (Ippolita) e J. K. Simmons (James Gordon).

Qui la sinossi ufficiale:

Determinato ad assicurarsi che il sacrificio finale di Superman non sia stato vano, Bruce Wayne unisce le forze con Diana Prince allo scopo di reclutare una squadra di metaumani per proteggere il mondo da un minaccia imminente di proporzioni catastrofiche. Il compito si rivela più difficile di quanto Bruce immaginasse, poiché ogni componente deve affrontare i demoni del proprio passato, per trascendere da ciò che li ha bloccati, permettendo loro di unirsi e formare finalmente una lega di eroi senza precedenti. Finalmente insieme, Batman, Wonder Woman, Aquaman, Cyborg e Flash potrebbero essere in ritardo per salvare il pianeta da Steppenwolf, DeSaad, Darkseid e dalle loro terribili intenzioni.

Foto: Warner Bros.

Fonte: Daily Mail

Leggi anche: Superman: qual è il destino dell’eroe di Henry Cavill finito in terapia intensiva? Lo svela James Gunn

© RIPRODUZIONE RISERVATA