E’ il momento del 3D. Lo conferma anche Mostri contro alieni che, distribuito nel nostro Paese da Universal in 496 sale, lo scorso fine settimana ha incassato in proporzione molto di più nelle sale 3D. Le 94 copie tridimensionali del film della DreamWorks (pari al 19%) hanno fatto incassare al film il 45% del totale, che ammonta a 2,1 milioni di euro. Dati questi che segnalano come in Italia la passione per il 3D rappresenti un trend ancor più significativo che negli Usa, dove (secondo i dati riportati da www.boxofficemojo.com) circa il 56% dell’incasso di Mostri contro alieni (distribuito dal 27 marzo) è stato realizzato proprio dalle copie 3D, che rappresentano però in questo caso la metà delle sale. Degli oltre 4.000 schermi che ospitano il film DreamWorks, circa 2.000 sono infatti 3D, che rappresentano il più grande lancio digitale 3D della storia. Attualmente il bottino messo a segno da Mostri contro alieni conta 104,7 milioni di dollari negli Usa e 150 nel mondo. Sarà contento Jeffrey Katzenberg, patron della DreamWorks, che vede nella rivoluzione 3D il futuro del cinema.

Al.Za.

© RIPRODUZIONE RISERVATA