Natalie Portman, intervistata in occasione di un servizio di copertina del magazine Marie Claire UK, è intervenuta sulla polemica relativa alla disparità di stipendi tra uomini e donne in Hollywood. L’attrice, infatti, riferendosi al suo ingaggio per Amici, amanti e… al fianco di Ashton Kutcher, ha rivelato di essere stata pagata un terzo del partner di scena.

«Ashton Kutcher fu pagato tre volte me per quel film… Lo sapevo e sono andata avanti comunque ben consapevole di questa differenza di “quotazioni” in Hollywood. … Mi dissero che era tre volte più alto di me e che quindi avrebbe dovuto essere pagato tre volte tanto. Non mi sono infuriata quanto avrei dovuto. Come attori veniamo pagati molto ed è difficile lamentarsi, ma quella disparità è folle».

E, quindi, un anno dopo aver vinto l’Oscar per Il cigno nero (e ancora non sappiamo se lo vincerà pure per Jackie…) Natalie Portman valeva un terzo di Ashton Kutcher: da non crederci!

L’attrice, recentemente, ha lottato per far assumere una regista per il biopic su Ruth Bader Ginsburg, dichiarando: «Non credo che gli uomini e le donne siano più o meno capaci. È solo che le donne non hanno le opportunità. Dobbiamo essere noi stesse parte della soluzione e non perpetuare il problema».

E Kutcher che ne pensa? L’attore, dopo le rivelazioni della collega, l’ha applaudita su Twitter per aver avuto il coraggio di denunciare l’ingiustizia: «Sono così fiero di Natalie e di tutte le donne che combattono per eliminare la disparità di genere nei compensi». 

Schermata 2017-01-12 alle 12.00.18

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA