Naya rivera

L’attrice Naya Rivera, interprete della cheerleader di Glee Santana, è dispersa dopo un bagno in un lago californiano e si teme che sia annegata.
A denunciare la sparizione è il dipartimento di polizia della Contea di Ventura, fuori Los Angeles.
La Rivera, 33 anni, stava facendo una gita in barca insieme al figlio di 4 anni, ed è scesa in acqua per un bagno ma non è più riemersa. La polizia sta cercando l’attrice con un team di sub, elicotteri e droni.

L’attrice, che ha interpretato Santana Lopez nella serie di Ryan Murphy dal 2009 al 2015, aveva noleggiato una barca sul Lake Piru, nella contea di Ventura insieme al figlioletto.
Il lago si trova nella Foresta Los Padres National a circa 80 chilometri a nord di Los Angeles. Il bambino è stato ritrovato con indosso il giubbotto di salvataggio ed è salvo e ha raccontato che la mamma era scesa in acqua per un bagno ma non è più tornata.

In passato baby star, Naya Rivera ha trascorso l’infanzia sui set in piccoli ruoli fino al successo di Glee, dove interpretava la cheerleader Santana Lopez. Il figlio, Josey Hollis, è nato dal matrimonio con Ryan Dorsey da cui ha divorziato nel 2018, dopo un’accusa di violenza domestica da parte dell’uomo (lei lo aveva ferito sulla testa e sul labbro) poi ritirata in sede di accordo per la custodia del figlio. Il giorno prima della scomparsa l’attrice aveva twittato un’immagine di lei che baciava il suo bambino, scrivendo “Solo noi due”.

Molto attiva su Twitter l’attrice sei giorni fa aveva scritto una frase che oggi suscita sconcerto. “Non importa l’anno, la circostanza, o le battaglie di tutti i giorni, essere vivi è una benedizione. Rendi oggi unico e così ogni giorno che ti è dato. Il domani non è garantito”.

Continua con questa terribile vicenda, di cui è difficile immaginare un lieto fine, la maledizione legata alla serie, che già nel luglio del 2013 aveva perso Corey Monteith (Fin Hudson nella serie), morto, a causa di un mix di farmaci e alcol, i, mentre nel gennaio del 2018 un altro attore di Glee, Mark Salling (Noah Puckerman) si è suicidato dopo che erano state rinvenute immagini pedopornografiche nel suo pc. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA