Durante la conferenza stampa, che ha seguito la proiezione delle scene in anteprima di New Moon, gli attori presenti al festival (per leggere la loro intervista rilasciata a Best Movie, clicca qui) e la sceneggiatrice Melissa Rosenberg (per leggere la sua intervista rilasciata a Best Movie, clicca qui) hanno risposto alle domande dei giornalisti.

La Rosenberg ha raccontato, scherzando, di aver provato a convincere la produzione che per fare un buon lavoro avrebbero dovuto spedirla per un po’ a scrivere in Italia. Per quanto riguarda le riprese ha affermato «E’ stato importante che la parte italiana sia stata girata davvero in Italia. Una cosa cui Stephenie Meyer (autrice dei libri, ndr) teneva moltissimo». Alla domanda su che cosa la attragga di questa saga gotica e di una serie tv con lati altrettanto “sanguinosi” come Dexter (di cui è sempre sceneggiatrice) ha risposto: «Sono attratta dalle parti oscure dell’umanità. Dal fatto che l’uomo è attratto e respinto al tempo stesso dal proprio lato oscuro». Su come abbia impostato la trasposizione da libro a film ha spiegato: «Ho voluto portare lo spettatore nello stesso viaggio emotivo del libro. La differenza è che nel libro tutto accade nella testa di Bella, vediamo le cose attraverso i suoi pensieri, nel film invece la sfida era render tutto visibile e farlo accadere davanti agli occhi dello spettatore».

Charlie Bewley, che nel film interpreta il vampiro segugio Demetri si è lamentato delle poche scene pericolose che ha avuto in copione. «Avrei voluto farmi più male», ha scherzato, «L’attore che interpretava Felix ha avuto più scene “rischiose”. Ma c’erano quasi sempre gli stuntmen a girarle… Anche quelle di Robert Pattinson». Per quanto riguarda la sua preparazione sul personaggio ha spiegato di essersi messo a fare ricerche, ottenendo risultati un po’ dubbi: «Quando ho detto a Stephenie Meyer: “Ho scoperto che i Volturi vivevano nei Vulcani” lei mi ha consigliato di lasciar perdere!».

Il sedicenne Cameron Bright (che vestirà i panni di Alec), interrogato sul suo grado di preparazione nel fronteggiare assalti delle fan, come accade al collega Pattinson ha risposto molto divertito: «Spero che non mi assalgano… Ma ad ogni modo non farei mai niente di male alle ragazze…». Una piccola delusione inflitta da tutti loro alle fan della saga è stata l’ammissione (tra le righe) di non aver mai letto i libri, nemmeno una volta ottenuta la parte. Bewley ha spiegato di apprezzare molto gli audiolibri, mentre Bright ha candidamente ammesso: «Non c’è stato nemmeno bisogno di leggerli perché tutti sapevano già tutto del mio personaggio e me lo hanno raccontato!». Sul fatto che il film possa piacere anche a un pubblico maschile nessuno di loro sembra avere dubbi.

Jamie Campbell Bower (che in New Moon sarà il Volturo Caius) ha commentato: «Il primo a parlarmi del libro è stato mio fratello. Credo che i libri siano piaciuti sia alle ragazze che ai ragazzi. In fondo a tutti piacciono le storie che parlano di sentimenti e questa non è una storia d’amore lacrimevole». Per quanto riguarda Cameron invece ha ammesso: «A vedere Twilight mi ha trascinato la mia ragazza. Ma è piaciuto anche a me perché ci sono anche scene d’azione, ci sono i vampiri e ora anche i licantropi. Sì piacerà anche ai ragazzi!». Un fatto curioso è come ciascuno di loro si fosse presentato al provino nella speranza di ottenere un ruolo diverso da quello poi ottenuto: Jamie avrebbe voluto interpretare Demetri, mentre Charlie sperava nel ruolo del Volturo Marcus (andato poi a Christopher Heyerdahl). Cameron invece sembrava predestinato per la parte di Alec: «Ancora prima che facessi il provino, moltissime persone mi avevano detto che sarei stato perfetto per quel ruolo! Io pensavo fosse una follia all’inizio e invece è andata proprio così!».
Per scoprire qualcosa sul quarto e ultimo capitolo della saga, Breaking Dawn, invece dovremo aspettare nuove dichiarazioni, perché al momento nessuno di loro ha potuto dichiarare ancora nulla.

I vampiri di New Moon insieme alla sceneggiatrice Melissa Rosenberg durante la conferenza stampa

© RIPRODUZIONE RISERVATA