noir

Attraverso una conferenza stampa organizzata presso la Terrazza Martini nel centro di Milano, il programma della 26ma edizione del Noir in Festival è stato svelato. Prima e più importante novità rispetto al passato, il cambio di location: non più la suggestiva Courmayeur, teatro di tutte le edizioni precedenti, ma Como (dall’8 al 10 dicembre) e Milano (dall’11 al 14 dicembre). Doppia vetrina, dunque, per un evento da sempre attento a tutte le contaminazioni e le mutazioni del genere tra cinema, letteratura, televisione e graphic novel, storia e cronaca.

Ma veniamo alla parte più importante: il programma. In anteprima verranno presentati Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali di Tim Burton (al cinema dal 15 dicembre) e Collateral Beauty (nelle sale dal 4 gennaio 2017), dramma con Will Smith che chiuderà il festival. Tra i film più attesi selezionati in concorso spiccano la seconda prova da regista di Claudio Amendola, Il permesso. 48 ore fuori con Luca Argentero, il thriller di Johnnie To Three, il Mel Gibson vendicatore solitario di Blood Father, i nuovissimi Iris di Jalil Lespert con Romain Duris e Charlotte Le Bon e Wulu, versione africana e nerissima di Scarface, e The Oath di Baltasar Kormákur (Everest), che racconta di un neurochirurgo impegnato a salvare sua figlia da un pericoloso spacciatore.

Tra i titoli fuori concorso, invece, Un sac de billes, ultima fatica di Christian Duguay, il regista di Belle e Sebastien, e Sarà per un’altra volta, secondo lavoro da regista e sceneggiatore di Adriano Giannini: in una fredda notte preistorica, una donna si allontana dal suo accampamento. Nel bosco minaccioso scopre qualcosa che potrebbe cambiare le sorti dell’umanità, se solo venisse capita…

Fronte serie tv: molta attesa per l’anteprima di tre serie-evento di Sky Atlantic come Quarry (dai romanzi di Max Allan Collins, ormai fenomeno di culto oltre oceano), The Fall con Gillian Anderson (giunta alla terza stagione) e il francese Le Bureau des Légendes, di Eric Rochant con Mathieu Kassovitz. In aggiunta, The Killing Season, show proposto da Crime+Investigation e ideato da Alex Gibney.

Molti i grandi ospiti attesi per la prossima edizione. I primi confermati: Adriano Giannini e Pascal Bonitzer, Dario Argento e Gabriele Salvatores, Gianrico Carofiglio e Carlo Lucarelli, Pino Insegno e Vinicio Marchioni, Jean François Richet e Johnnie To, Mai Jia e Donato Carrisi, Massimo Carlotto e Jesper Stein, Maurizio De Giovanni e Claudio Amendola. A Roberto Saviano, invece, il premio Raymond Chandler 2016.

Tornando alle location, Como con la sua atmosfera quasi fantasy rifletterà una nuova sensibilità del festival, mentre a Milano esordisce il game Fight Cult, realizzato dagli studenti della IULM da un’idea di Gianni Canova, e dedicato ai film noir italiani contemporanei. Ecco i titoli selezionati: Le conseguenze dell’amore di Paolo Sorrentino, Quo vadis baby? di Gabriele Salvatores, Romanzo criminale di Michele Placido, Gomorra di Matteo Garrone, Anime nere di Francesco Munzi, Smetto quando voglio di Sidney Sibilia, Suburra di Stefano Sollima e Veloce come il vento di Matteo Rovere.

noir-in-festival2016-poster

© RIPRODUZIONE RISERVATA