Un doppio esordio è stato presentato ieri a Roma: il primo film italiano di Spike Lee e il primo prodotto dalla neonata On my onw di Roberto Cicutto e Luigi Musini, fondata dopo aver lasciato Mikado. Il titolo, ancora provvisorio, è Miracle at St Anna e si basa sull’omonimo romanzo di James McBride (ed Rizzoli in Italia), a sua volta ispirato alla storia vera del massacro di Sant’Anna di Stazzema (LU) che nell’agosto del ’44 causò 560 vittime per mano nazista. «Siamo stati i primi a cui Spike Lee si è rivolto per la coproduzione del suo progetto ambientato in Italia – ha sottolineato Roberto Cicutto – e questo perché nel tempo abbiamo a lungo collaborato nella distribuzione italiana di vari dei suoi lavori. Il film ha un budget di circa 45 milioni di dollari, che saranno divisi a metà tra la On my own e la casa di produzione di Spike Lee, mentre le riprese sono previste entro l’inizio del 2008 tra Toscana e Cinecittà. Il cast è ancora in definizione ma sono previsti attori italiani, tedeschi e americani, mentre le troupe saranno quasi esclusivamente del nostro Paese. Chi lo distribuirà? Abbiamo rapporti naturalmente stretti con Mikado per cui tra i distributori è il nostro primo interlocutore». Un contributo sarà fornito dalla Toscana Film Commission, che, per voce del presidente Ugo Di Tullio, si è detta «pronta ad istituire un fondo per il cinema». Da parte sua, il regista de La 25ma ora si è detto «felice e orgoglioso di girare un film in Italia e con italiani, soprattutto legato a una pagina importante della storia di questo Paese, che mise in evidenza l’incontro e la solidarietà tra gli italiani e i soldati di colore americani, all’epoca assolutamente discriminati negli Stati Uniti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA