A 73 anni Hayao Miyazaki, il maestro dell’animazione giapponese, è davvero più attivo che mai. Non solo ha promesso ai fan che non smetterà di lavorare fino al giorno della sua morte (pur essendosi ritirato dai lungometraggi), ma ieri sera addirittura ha sorpreso tutti presentandosi di persona ai Governors Awards, celebrazione che precede la cerimonia ufficiale di febbraio e che assegna gli Oscar onorari alla carriera.

La particolarità del suo gesto nasce dal fatto che Miyazaki mal volentieri si allontana dal suo paese natale, tanto che nel 2003 non andò a ritirare l’Oscar ottenuto con La Città Incantata. Una sorpresa, quella di ieri, che ha emozionato l’intero pubblico accorso alla serata. Oltre ai premiati, ovvero Maureen O’HaraHarry Belafonte e Jean-Claude Carriere, erano presenti all’evento anche importanti figure del cinema hollywoodiano, tipo Benedict Cumberbatch, Jessica Chastain, Richard Linklater, Eddie Redmayne, Clint Eastwood, Robert Downey Jr. e Michael Keaton. Notare come molti di questi siano anche in gara per la statuetta più ambita.

Ritirato il premio dalle mani di John Lasseter, Miyazaki ha anche fatto il consueto discorso di ringraziamento: «Mia moglie mi dice sempre che sono un uomo fortunato. Penso di esserlo stato molto perché ho avuto la fortuna di vivere in un’era in cui si facavano ancora i film con carta, matita e pellicola. Inoltre il Giappone ha vissuto un periodo di pace quando io facevo film, in tutti i 50 anni in cui lo facevo. Abbiamo ricevuto dei vantaggi dalle guerre, ma per fortuna non abbiamo partecipato attivamente. Nonostante tutto la mia fortuna più grande l’ho avuta oggi, potendo incontrare di persona Maureen O’Hara. Per questo sono molto felice e sì, sono davvero fortunato per aver vissuto la vita che ho avuto. Grazie a tutti.»

Qui di seguito il video del discorso.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA