Spike Lee

È Deadline a riportare la notizia: Spike Lee sarebbe rimasto assolutamente indignato dalla vittoria di Green Book come Miglior Film agli Oscar 2019. Il film di Peter Farrelly, infatti, ha sconfitto a sorpresa diverse altre acclamate opere come il suo Blackkklansman e Roma di Cuaron.

Ha raccontato il sito: «Pete Hammond, inviato al Dolby Theatre, ha svelato che Lee era chiaramente furioso, si è alzato e si è diretto in fondo all’auditorium tutto in collera. Poi si è voltato indietro e ha avuto un’intensa conversazione con Jordan Peele, che si trovava dietro di lui. Camminava su e giù, e quando è tornato, ha voltato le spalle al palco durante il discorso di ringraziamento». Ha poi aggiunto un reporter dell’Associated Press: «Spike Lee era visivamente arrabbiato quando hanno annunciato Green Book come Miglior Film. Muoveva le mani con disgusto e apparentemente ha provato a uscire dal Dolby Theatre prima di essere fermato alle porte. È tornato sulla sua sedia quando i discorsi di ringraziamento sono finiti».

Insomma, evidentemente il venerato autore non è un fan di Green Book, e ha voluto esprimere il suo disdegno lì davanti a tutti! Voi che ne pensate in proposito? Durante la cerimonia, ricordiamo che anche Lee è stato insignito di un premio: quello per la Miglior Sceneggiatura Non Originale.

Fonte: Deadline

Foto: Getty Images

© RIPRODUZIONE RISERVATA