Passata la sbornia della cerimonia degli Oscar, col day after arrivano i commenti (o meglio, le chiacchiere) dei e sui protagonisti della notte delle stelle. Marion Cotillard (foto a sinistra), che con la statuetta incassata per la fulgida performance nei panni di édith Piaf ne La vie en rose è stata la vera sorpresa di quest’anno, ha fatto sapere ai giornalisti che è stufa che le siano rivolte in continuazione domande sulla sua vita privata: «Parlare di me non è la cosa che mi piace di più nella vita». Non si aspettava invece di ricevere l’Oscar Tilda Swinton (a destra), premiata come non protagonista per Michael Clayton : era così convinta di non vincerlo da confessare che al momento della vittoria non ha sentito il suo nome: «Ho subito l'”effetto Zoolander” al contrario» ha detto l’attrice, citando la scena in cui il personaggio di Ben Stiller si alza per ricevere un premio non assegnato a lui. E se George Clooney scherza sugli amici Brangelina («Angelina incinta? è solo un accumulo di gas in pancia»), non mancano le polemiche: una sul fatto che nel montaggio di tributo ai personaggi del cinema scomparsi lo scorso anno e andato in onda durante la cerimonia mancasse il nome del giovane Brad Renfro, l’altra sulla prezzemolina Sharon Stone, criticata dagli animalisti per aver indossato al party post-Oscar organizzato da Elton John un monile ricavato dalla zampa di un topo. La giustificazione della diva? Si trattava di un ornamento usato un tempo dagli scozzesi nel giorno delle nozze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA