Due corti di fantascienza e un thriller venato d’orrore. Sono i tre vertici di un triangolo di generi tutto italiano, raccolto ora da Distribuzione indipendente sotto il nome di Pacchetto Viola, e destinato alle sale del circuito omonimo (clicca qui per scoprire l’elenco) a partire dal 24 febbraio. Contemporaneamente il film antologico sarà disponibile anche sulla piattaforma web Own Air, distribuzione cinematografica on demand che consente di scaricare a un prezzo piuttosto modico i film della sua library.

Perché Pacchetto Viola? Perché Viola è la somma dei colori rosso, giallo e nero, che rappresentano cromaticamente le sfumature dei tre lavori che ne fanno parte, in equilibrio tra puro cinema d’autore e sorprendenti messe in scene che a tratti ricordano addirittura le grandi produzioni americane, per qualità degli effetti visivi.
Stiamo parlando di Pathos di Dennis Cabella (che è anche uno dei blogger di Best Movie), Marcello Ercole e Fabio Prati; La città nel cielo di Giacomo Cimini e Ultracorpo di Michele Pastrello.

PATHOS – www.findthepathos.com
Fantascienza distopica purissima, Pathos immagina un futuro post-industriale in cui l’umanità vive schiava della propria più grande creazione: una gigantesca struttura che trasforma i desideri in energia attraverso un meccanismo alquanto singolare…
Ecco il trailer.

LA CITTA’ NEL CIELOwww.lacittanelcielo.com
Piccolo caso anche commerciale, La città nel cielo è sbarcata su ITunes Italia nel gennaio 2010 scalando la classifica degli scaricamenti e raggiungendo il terzo posto sullo store ondine della Apple dietro ad Avatar e Iron Man (niente meno…). Di nuovo fantascienza post-apocalittica ma dal sottotesto umanista, racconta l’incontro tra un ragazzo sfortunato ed un androide creato per fornire prestazioni sessuali sullo sfondo di un mondo devastato.
Qui sotto il trailer.

ULTRACORPOwww.michelepastrello.it
Una particolare rivisitazione in chiave di horror sociale del classico L’invasione degli Ultracorpi di Don Siegel, il lavoro di Michele Pastrello è un dipinto a tinte fortissime del disagio di un uomo che fa i conti con la propria omofobia.
Anche in questo caso vi presentiamo il trailer del corto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA